Ha appena debuttato su RaiDue la fiction poliziesca “Rocco Schiavone”, incentrata sul disincantato commissario nato dalla penna dello scrittore Antonio Manzini. Un personaggio ricco di sfaccettature, interpretato da Marco Giallini, che Talky ha incontrato alla conferenza stampa di presentazione della serie in sei puntate che, a partire dalla seconda, andrà in onda ogni venerdì in prima serata sulla rete diretta da Ilaria Dalla Tana.

img_3804
Un momento della presentazione della fiction

Marco, che effetto ti fa recitare in una fiction poliziesca?
Ne sono molto felice, soprattutto perché sono sempre stato molto legato a questo genere di serie, che sognavo di interpretare sin da ragazzo. Sono sempre stato un appassionato di noir, ne guardavo tantissimi con mio padre che li adorava. Non perdevamo un film con Jean-Paul Belmondo, Alain Delon, Michel Piccoli e Lino Ventura. Ma anche quelli con Marc Porel, Luc Merenda o Ubaldo Lay!

Di Rocco Schiavone che cosa ti ha colpito?
Mi piace perché si tratta di un uomo schietto, che ha capito che la vita eterna non esiste e, sulla base di questo, si accontenta di vivere senza nessun tipo di illusione.

Non temi di poter rimanere intrappolato in un personaggio carismatico come quello di Rocco Schiavone?
No, non ho nessun timore di questo tipo. D’altra parte, fino ad oggi ho fatto tantissimi film e non mi è mai accaduto nulla di simile. Ma poi, anche se fosse, non m’importerebbe. Anche perché: mica male come personaggio.

Una curiosità: un romano doc come te, come si è trovato nella fredda Aosta?
In realtà, anche se il clima è molto diverso da quello che c’è a Roma, ho trovato tanto calore ad Aosta, dove abbiamo lavorato tutti molto bene.

Progetti futuri?
Tornerò al cinema con due nuove pellicole: nella prima, una commedia, condividerò il set con Alessandro Gassmann e s’intitolerà “Beata ignoranza”. La seconda, invece, è un film drammatico con Claudio Santamaria e che non ha ancora un titolo.

Commenta su Facebook!

Francoise Rolles

View all posts

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *