Finalmente a distanza di mesi dall’annuncio arriva nei negozi SNES Classic Mini per la gioia di tutti gli appassionati di retrogaming e collezionismo successore del, per molti agognato, NES Classic Mini che  tanto fece faville alla sua uscita con però non pochi problemini tra cui la scarsissima distribuzione che, fortunatamente, verrà rimaneggiata da Nintendo a partire dall’estate del 2018, ma bando alle ciance e andiamo ad analizzare la nuova arrivata.

 

Il contenuto

Partiamo da subito parlando del contenuto della scatolina che si presenta esattamente con le stesse dimensioni di quella di NES classic mini, ma con una sostanziale differenza: questa volta abbiamo ben due controller invece che uno soltanto, scelta da parte di Nintendo veramente molto gradita anche se, ovviamente, la percepiamo sul prezzo della piccola consolina che costa 79,98 € invece dei 59,99 € della sua predecessora. Continuando troviamo un libretto delle istruzioni nello stesso stile del classico contenuto nella console originale, ovviamente la bellissima SNES Classic Mini che riproduce (nel nostro caso) in tutto e per tutto le fattezze della versione europea della console, un cavo HDMI, un cavo Micro USB e qui la solita nota dolente di Nintendo che ormai sembra essere una tradizione: la totale assenza di un adattatore AC da parete per alimentare la console. Nel mio caso ho fatto presto utilizzando quello del mio smartphone in quanto soddisfa i requisiti per alimentare correttamente la console, che fortunatamente sono quelli standard, ma in ogni caso continua a rimanere un mistero questa scelta di eliminare caricatori e alimentatori dove capita da parte di Nintendo.

 

Uno sguardo ravvicinato a SNES Classic Mini

Prendendo in analisi la piccola console, salta subito all’occhio l’intelligente ubicazione delle due porte dei controller situata esattamente sotto quelle che dovrebbero essere le porte dei controller classici in questo caso solamente estetiche, e subito notiamo una piacevole sorpresa, le porte proprietarie Nintendo provenienti da Wii e che furono utilizzate per i controller di NES Classic Mini sono state riproposte anche in questo caso, permettendo quindi una totale compatibilità di tutti i controller con entrambe le console.

Ora vi starete chiedendo, ma i cavi dei controller stavolta sono decentemente lunghi? Si, ma a parer mio non abbastanza, la lunghezza dei cavi continua ad essere poco permissiva, soprattutto per chi vorrebbe gustarsi questo SNES Classic Mini comodamente in salone sul divano, che si vede costretto a dover acquistare degli estensori per i cavi. Il resto è in tutto e per tutto analogo alla sua predecessora, tasto power per l’accensione e reset per l’uscita dai giochi riprodotti fedelmente in linea con la console, led rosso che ne indica l’avvenuta accensione e attacchi HDMI e Micro USB dell’alimentazione situati sul retro. Ovviamente anche stavolta l’ingresso per le cartucce è puramente estetico e non permette l’immissione di vere cartucce, d’altronde le dimensioni sono quelle che sono.

 

Il parco titoli

Sul parco titoli non c’è molto da dire in effetti, è praticamente perfetto. La selezione di titoli optata per questo SNES Classic Mini ripercorre totalmente la gloria di questa console, soddisfacendo a pieno sia vecchi possessori nostalgici delle loro vecchie cartucce ormai smarrite, sia dei retrogamer”recuperatori”, come il sottoscritto, che all’epoca era ancora un piccolo tesoro della mamma.. ma anche adesso. I titoli scelti da Nintendo non lasceranno a stomaco vuoto nessun tipo di giocatore, per un esperienza del glorioso SNES a tutto tondo, aggiungendo ai soliti 20 (come in NES Classic Mini) una veramente gradita sorpresa: La presenza di StarFox 2 (anche se era stato già annunciato, ma a noi piace sorprenderci) titolo fino a questo momento inedito che finalmente vede la luce dopo più di 20 anni.

Il software interno di SNES Classic Mini che ci permette di permette di gestire la libreria dei giochi è del tutto simile a quello di NES Classic Mini, mantenendo il sistema di sospensione dei giochi e i filtri per lo schermo, aggiungendo qualche sfondo per le barre nere laterali durante il gioco dovute ai 4:3 dei titoli.

Proponiamo qui la lista dei titoli giocabili su SNES Classic Mini (versioni Europa e USA):

  • Super Mario World
  • Super Mario World 2: Yoshi’s Island
  • Super Metroid
  • Final Fantasy III
  • Star Fox (Starwing)
  • Star Fox 2
  • Super Mario RPG: Legend of the seven stars
  • Donkey Kong Country
  • Secret of Mana
  • F-Zero
  • Super Castlevania IV
  • Super Mario Kart
  • The Legend of Zelda: A link to the past
  • Mega Man x
  • Kirby’s Dream Course
  • Kirby Super Star (Kyrby’s fun park)
  • Super Ghouls’n Ghosts
  • Earthbound
  • CONTRA III: The Alien Wars (Super Probotector: Alien Rebels)
  • Super Punch-Out!!
  • Street Fighter II TURBO: Hyper Fighting

Uno sguardo tecnico a NE..SNES Classic Mini

Un aspetto interessante da analizzare della console è l’hardware su cui permette di far girare l’emulatore e gli annessi titoli, ma qui viene in nostro soccorso Digital Foundry che ci riporta con una buona dose di sopresa che l’hardware montato da SNES Classic Mini è lo stesso identico di NES Classic Mini, ossia Allwinner R16 SoC con quattro ARM Cortex A7 e ARM Mali 400 MP2 come GPU e chip di memoria Hynix da 256MB DDR3, infine 512MB di memoria NAND, con la differenza nel software che ovviamente deve essere in grado di emulare non sia il sistema del Super Nintendo che una serie di chip come Super FX e Super FX2.

 

Concludendo

In definitiva, possiamo dire senza nessun dubbio che SNES Classic Mini ha rispettato le aspettative, come fece NES d’altro canto, dimostrando di essere il gioiellino che prometteva di essere per la gioia di tutti gli appassionati di retrogaming con il pallino del collezionismo (e chi non ce l’ ha?), ci auguriamo soltanto che con la prossima console della serie classic mini (che visto come stanno andando queste non credo ci siano dubbi al riguardo) riusciremo ad acquistare un’altra mezzo metro di cavo per poter finalmente giocare senza dover stare piantati davanti le tv moderne che per questioni ovvie richiedono una certa distanza per godere appieno dell’esperienza, e ovviamente, evitare di bruciare la retina.

 

Voto finale [yasr_overall_rating]

 

Potete acquistare SNES Classic Mini qui al prezzo di lancio, diffidate da sciacalli e approfittatori

Commenta su Facebook!

Davide Noise

Appassionato di videogiochi e tecnologia, malato di collezionismo e aspirante musicista, eyah that's it!

View all posts

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *