Home » Televisione » La Porta Rossa 2: in primavera al via con le riprese. Il ritorno del commissario Leonardo Cagliostro

“La Porta Rossa 2” è pronta per essere registrata a primavera. La prima stagione ha riscosso un grande successo e Lino Guanciale, nelle vesti del commissario “fantasma”, Cagliostro, tornerà sul piccolo schermo. Scopriamo quali novità ci riserverà la seconda stagione della fiction.

“La Porta Rossa” è un poliziesco noir intenso e travolgente che è stato una vera e propria novità nel panorama televisivo italiano. La fiction, andata in onda lo scorso inverso, è interamente ambientata nella cittadina di Trieste ed ha riscosso molto successo. Come scrive Elisa Grando nell’articolo de “Il Piccolo”, “un successo che nessuno si aspettava, una vera scommessa vinta anche in termini di format: è una serie dallo stile non convenzionale per la Rai, un mix di poliziesco, fantasy, giallo e storia d’amore”. Il finale, però, è rimasto aperto, lasciando tutti col fiato sospeso ad aspettare l’arrivo de “La Porta Rossa 2”.

La Porta Rossa
Lino Guanciale in “La Porta Rossa”

La Porta Rossa 2, nella primavera 2018 inizieranno le riprese a Trieste

A partire dalla prossima primavera inizieranno ufficialmente le riprese de “La Porta Rossa 2”, la fiction con Lino Guanciale nei panni del commissario Leonardo Cagliostro, assassinato in uno scontro a fuoco mentre conduceva delle indagini e rimasto nel limbo tra il mondo dei vivi e dei morti per risolvere da “fantasma” il caso della sua stessa morte. La conferma delle registrazioni è arrivata direttamente dal produttore Maurizio Tini di Velafilm che ha dichiarato di essersi accordato già con la Rai per la stesura della seconda stagione della serie noir. “La Porta Rossa 2” sarà girata a Trieste, per questo all’inizio del 2018 la produzione potrebbe già fare i primi sopralluoghi in città per individuare le nuove location.

“La Porta Rossa” ha lasciato molte questione in sospeso – Finale di stagione

Le indagini del commissario Leonardo Cagliostro non sono affatto concluse. Infatti, “La Porta Rossa” nel finale di stagione della prima serie ha lasciato molte situazioni aperte: dalla rivelazione dell’assassino dell’ispettore Cagliostro all’emozionante incontro con sua moglie Anna (Gabriella Pessionsino al colpo di scena con la scoperta di un misterioso legame tra Jonas (Andrea Bosca), suo spirito e fantasma guida, e il vicequestore Rambelli (Antonio Gerardi). Sicuramente, la storia de “La Porta Rossa 2” ha diverse questioni da risolvere e questo, speriamo, la renderà avvincente tanto quanto la prima stagione. Dovremmo attendere ancora un po’ per scoprire come si evolveranno le situazioni.

Ti potrebbe interessare  Lino Guanciale in “Non Dirlo Al Mio Capo 2”

Commenta su Facebook!

emanuelamineo

View all posts

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *