Home » Eventi » ARF! Festival: Milo Manara- MACROMANARA la mostra del grande artista a Testaccio

L’ARF! Festival arrivato alla sue terza edizione, porterà il pubblico a confrontarsi attraverso masterclass, anteprime esclusive, incontri con i grandi nomi dell’editoria, autori, professionisti del settore.  Un Festival a tuttotondo che vedrà al suo interno allestite, cinque mostre esclusive tra cui quella del grande maestro Milo Manara.

Si è aperto oggi l’ARF!Festival che ospiterà MACROMANARA- Tutto ricominciò con un estate romana, titolo della mostra del grande fumettista veronese Milo Manara, adibita dentro gli spazi del Macro a Testaccio. Opere uniche che ripercorrono la carriera dell’artista attraverso spazi temporali ben definiti. La mostra inizia con i disegni dei Borgia, realizzati nel 2008, seguendo le istruzioni del grande scrittore Jodorowsky, che per lui porta ad illustrare momenti molto definiti, come scene di nudo, amplessi, dove per lui “ogni disegno era una sfida”. L’esposizione continua poi con i suoi lavori di Caravaggio, dove è lo stesso fumettista a scrivere la sceneggiatura del grande pittore. Ma protagonista di tutto è Roma, città che fa da sfondo ad entrambi i lavori.

Etichettato come il maestro dell’erotismo per le sue  varie rappresentazioni  di nudo femminile, Milo Manara ha avuto l’opportunità di conoscere nel corso della sua carriera grandi del cinema e dello spettacolo, tra cui  Federico Fellini. Il  rapporto con il gran maestro iniziò negli anni’80, dove realizzò, in occasione del compleanno di quest’ultimo, una storia surreale al film con protagonista Mastroianni, che colpì molto il regista. Da quel momento iniziò la loro amicizia, dove nacquero diverse storie a fumetti sceneggiate dallo stesso Fellini. Ma protagoniste delle sue illustrazioni sono state anche molte dive del cinema internazionale tra cui Brigitte Bardot, realizzate per il magazine francese “LUI”.

Milo Manara,  lavora anche per la Marvel Comics (2009) che gli commissiona una storia degli X-Men tutta al femminile “Ragazze in fuga”. Ma la carriera del grande artista italiano non è fatta soltanto di fumetti, ma di molto altro.  L’illustratore verone ha realizzato nel corso dei suoi quarant’anni di lavoro, opere come manifesti di mostre, film, festival e molto altro.

In occasione dell’Arf!Festival l’artista ha deciso di realizzare la rivisitazione di due opere di Klimt e due di Mucha, inserendole all’interno della BIT Collection. Una vera e propria novità per i collezionisti che potranno acquistare al prezzo di 1,50 (l’uno-non vendibili separatamente) i famosi 4 BIT (Biglietto Integrato a Tempo), presso gli stand Atac presenti al Festival o nelle dodici biglietterie Atac sparse sul territorio romano.

Un weekend all’insegna della cultura e della creatività con l’ARF! “Festival di storie, segni e disegni” con la possibilità di incontrare grandi maestri del fumetto d’autore, tra cui  lo stesso Manara, Tanino Liberatore e Paolo Eleuteri Serpieri. Le opere del grande artista inoltre rimarranno esposte fino al 9 luglio, sempre negli spazi del Macro a Testaccio.

Commenta su Facebook!

Ambra Azzoli

Laureata in Scienze e Tecnologie della Comunicazione, presso l'università la Sapienza di Roma. Inizia ad avvicinarsi alla scrittura cinematografica nel 2013. Oltre la passione per il cinema, anche quella per il teatro, nata all'età di 12 anni, frequentando il primo corso di recitazione. Ama trascorrere il suo tempo tra libri, serie tv e film!

View all posts

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *