Il suo nome è Monkey e nasce dall’idea di due giovani adolescenti con la passione per il mondo virtuale, che hanno deciso di  realizzare qualcosa di nuovo, per mettere in contatto le persone tra loro.

Monkey sarà il prossimo concorrente di Facebook? Hanno provato in molti a sottrarre il primato al colosso social creato da Zuckerberg, ma nessuno fin ora ci è riuscito. E se si creasse una piattaforma digitale più innovativa e interattiva da catturare un gran numero di iscritti?

monkey, fondatori

L’idea, nata da due giovanissimi Ben Pasternak e Isaiah Turner, è quella di mettere in contatto tramite una chat-video casualmente e per pochi secondi le persone che decidono di iscriversi, con la possibilità di vedere l’altra persona in faccia, grazie alla videocamera (molto simile alla conosciuta Chatroulette, solo molto più controllato rispetto a quest’ultima). Ma la novità sta nel fatto che soltanto se si volesse continuare la conversazione, in quel caso si diventerebbe amici.

 

I due giovanissimi ideatori, poco più che maggiorenni, si sono conosciuti proprio tramite internet ed entrambi con la passione per la tecnologia hanno deciso di cimentarsi in questa impresa. Monkey, integrata con Snapchat, ha già collezionato più di 200mila iscritti e i creatori sperano, grazie anche all’aiuto degli stessi utenti, di raccogliere informazioni per poter migliorare e crescere sempre più.

 


mm

Ambra Azzoli

Laureata in Scienze e Tecnologie della Comunicazione, presso l'università la Sapienza di Roma. Inizia ad avvicinarsi alla scrittura cinematografica nel 2013. Oltre la passione per il cinema, anche quella per il teatro, nata all'età di 12 anni, frequentando il primo corso di recitazione. Ama trascorrere il suo tempo tra libri, serie tv e film!

View all posts
Inline
Inline