Mentre la morsa del gelo avvolge i molti paesi colpiti dal Terremoto di questa estate, come Amatrice, si moltiplicano le iniziative di solidarietà, la riprova che gustando un buon piatto di Amatriciana si è potuto contribuire alla futura ricostruzione.

 

 

 

 Raccolti quasi 60.000 euro al Festival dell’Amatriciana
Mercoledì 11 gennaio la consegna simbolica del ricavato al comune di Amatrice

Oltre 10.000 piatti consumati tra gricia e amatriciana, 15 quintali di pasta, 6 di guanciale, 5 di pecorino e 9 di pomodoro; 1200 bottiglie di vino offerte da 20 cantine e 2 brigate di cucina con 10 ristoranti di Amatrice, 59.322,14 euro il ricavato della manifestazione. Sono questi i numeri del Festival dell’Amatriciana, evento di solidarietà che si è tenuto a Eataly Roma dal 2 al 4 dicembre, a sostegno della popolazione di Amatrice colpita dal terremoto dello scorso agosto.

rockyjoeok

Un momento ricco di emozioni che ha visto raccogliersi in un unico posto, e per un evento speciale, la comunità di Amatrice. Moltissimi sono stati infatti i cittadini amatriciani, giunti da ogni parte per salutare gli amici, i parenti e i ristoratori e per rivedersi in un’occasione sì goliardica, ma soprattutto importante per tutta la comunità. Un piccolo riscatto a fronte della grande tragedia subita.

Così il Sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi , particolarmente vicino ai suoi concittadini anche in questa circostanza, ha commentato il valore dell’evento: «Ringrazio innanzitutto Eataly, I Borghi più belli d’Italia ed Ecce Italia per aver dato vita a questa bellissima iniziativa. E ringrazio di cuore tutti i ristoratori di Amatrice che per primi hanno dato una grande prova di solidarietà, lavorando tantissimo come volontari per il buon esito della manifestazione e per la loro Amatrice: è esattamente questo lo spirito che esprime il vero senso di appartenenza alla comunità amatriciana».

Anche Oscar Farinetti si dichiara entusiasta per l’ottimo esito del Festival: «è stato un grande successo. Siamo contenti di avere, nel nostro piccolo, dato una mano ad Amatrice e dimostrato che un momento di convivialità si può trasformare in un dono a chi soffre».

pirozzifarinetti

E dopo il festival parte una nuova iniziativa  di solidarietà per le zone del Centro Italia sconvolte dal violento terremoto del 30 ottobre; un’altra ferita nel cuore delle bellezze architettoniche e delle attività produttive che hanno fatto l’eccellenza del made in Italy. A Norcia, Preci e Visso – che assieme ad Amatrice fanno parte della rete dei Borghi più belli d’Italia –  sarà infatti dedicato il “Festival del Tartufo Nero della Valnerina e dei Sibillini”, che avrà luogo sempre a Eataly Roma nel mese di febbraio.

Un grazie a tutti i cuochi e gli aiuto-cuochi dei ristoranti che hanno partecipato:

Hotel Ristorante Roma

La Lanterna

Ristorante Da Patrizia (ex Caffè Patrizia)

Agriturismo Piccolo Lago

Mari e Monti

La Fattoria

La Conca

Lo Scoiattolo

Il Castagneto


robertoleofrigio

View all posts
Inline
Inline