Per la prima volta sul palco del Teatro Sistina di Roma, da mercoledì 19 ottobre, Monica Guerritore sarà Judy Garland nell’attesissimo spettacolo intitolato End of Rainbow. Il talento, la vitalità, l’ironia e l’animo tormentato di un’artista inquieta rivivrà in uno show diretto da Juan Diego Puerta Lopez.

Non è un musical che parla dei primi anni della carriera di Judy Garland, perché non avrei potuto mai cantare o ballare in quel modo. Interpreto una Judy alle prese con una fase della sua vita in cui non ce la fa più a reggere il palcoscenico come lo viveva quando era giovane” ci racconta Monica Guerritore, che a proposito del futuro di End of Rainbow, aggiunge: “Dopo il Teatro Sistina di Roma probabilmente lo porteremo in altre città, al momento il direttore artistico Massimo Romeo Piparo sta valutando varie proposte”.

image

Lo spettacolo, che resterà in scena fino al 30 ottobre, si avvale degli arrangiamenti di Marcello Sirignano, delle scene di Carmelo Giammello e dei costumi di Walter Azzini. Per Il Sistina, che produce lo show, si tratta di un’apertura di stagione all’insegna della qualità artistica, grazie a una mattatrice d’eccezione come Monica Guerritore, che si conferma una delle più grandi attrici italiane che il pubblico potrà applaudire anche nelle vesti di cantante. La Guerritore, infatti, per l’occasione, sarà accompagnata da un trio di musicisti e canterà dal vivo i più grandi successi dell’indimenticata, quanto sfortunata e tormentata, artista hollywoodiana che molti ancora ricordano mentre volava sui mattoncini gialli, sulle note di Over di Rainbow, nel film-cult Il mago di Oz.


Francoise Rolles

View all posts