Belle non è solo una bella ragazza, ma è anche una grande lettrice quindi scopriamo insieme tutti i romanzi di cui parla ne La Bella e la Bestia!

Sin dall’inizio del film Belle si distingue dagli altri perché è diversa: è intelligente, colta e indipendente. Ma purtroppo è bloccata in una misera vita di provincia, da cui può fuggire solo grazie ai libri che legge.
Al contrario del classico Disney degli anni ’90, il live-action del 2017 de La Bella e la Bestia contiene dei riferimenti molto espliciti sul mondo dei libri e cita parecchie frasi di celebri romanzi, vediamoli insieme:

All’inizio del film Belle sta riportando un libro preso in prestito da un signore del suo villaggio, lungo la strada qualcuno le chiede cosa sia leggendo e lei risponde: “Due amanti in una festa a Verona”.
Questo è il primo riferimento a Romeo e Giulietta di Shakespeare.

Quando Belle arriva da Père Robert, lui le chiede in quali luoghi è stata grazie al libro che ha letto e lei risponde di essere stata in due città del nord Italia.
Questo è il secondo riferimento a Romeo e Giulietta, infatti, le città di cui sta parlando sono Mantova e Verona.
A differenza del film d’animazione, nel live-action Père Robert non è un libraio, ma solo un compaesano con una piccola collezione di libri.

Dopo aver posato il libro che ha letto, Belle afferra un libro che dice di aver già letto e amato, quello in cui la ragazza “incontra il principe azzurro, ma non scopre chi è fino al capitolo tre!”.
Questo libro ha una copertina bellissima e si è ipotizzato che possa essere la fiaba de La bella e la bestia.


Noemi Purpura

View all posts
Inline
Inline